CAVA

Pubblicato il 24 luglio 2018

immagine news

COMUNICATO STAMPA

Mostra “CAVA”:

La cava di marmo come opera d’arte

28 luglio – 28 ottobre 2018

 

          Fondazione Arkad, da anni promotrice di attività artistiche e culturali, presenta la mostra “CAVA”, visitabile nella sua galleria dal 28 luglio al 28 ottobre 2018.

La mostra, organizzata da Fondazione ARKAD in collaborazione con il Comune di Seravezza e la Fondazione Terre Medicee, ha ricevuto il Patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, dei Comuni di Pietrasanta, Carrara e Stazzema, del Centro Internazionale di Studi Europei Sirio Giannini e del Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi.

Il progetto è stato realizzato con il contributo del Parco delle Alpi Apuane e della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana e grazie alle sponsorizzazioni della Fondazione Sem e delle aziende BLC Carrara, La Fenice Marmi, Blitz Graniti, Luana Marmi, Marmi Galleria Ravaccione, Trambisera Marmi, Dazzini Macchine, Pellerano Marmi, Scoppolato di Pedona, Larderia di Colonnata e Studio Artco.

La mostra ha come tema la cava di marmo vista come opera d'arte da ammirare e tutelare. L’indiscutibile bellezza artistica ed il fascino da sempre emanato dalle montagne di marmo vengono interpretati ed espressi dalla visione di artisti di ambito differente - fotografi, scultori, pittori, video-artisti, architetti, designer – con l’obiettivo di emozionare e coinvolgere l’osservatore.

Questi gli artisti presenti in mostra: Nancy Allison, Miguel Ausili, Raquel Aversano, Giovanni Balderi, Neal Barab, Roberto Barberi, Stefano Baroni, Andrea Bartolucci, Vincent Beaufils, Raphael Beil, Robin Bell, Nicolas Bertoux, Mario Bibolotti, Roland Bischofberger, Hans Bol, Michel Boucquillon, Aurélien Boussin, Romano Cagnoni, Emanuela Camacci, Valente Cancogni, Enzo Cei, Craig Copeland, Elisa Corsini, Francesco Cremoni, Pier Luigi Da Prato, Daniel C. & Associates, Alain Darré, François Delebecque, Anne Deleporte, Beppe Domenici, Umit Turgay Durgun, FM Studio, Erio Forli, Sergio Fortuna, Veronica Gaido, Leonardo Gasperetti, Zoran Grinberg, Gigi Guadagnucci, Ugo Guidi, Gumdesign, Christian Hadengue, Jean François Hugues, Reinhold Kohl, Giulio Lazzotti, Marc Michel Loret, Nicola Lorusso, Marcantonio Lunardi, Benoit Luyckx, Franco Martera, Janice Mehlman, Ron Mehlman, Johannes Pfeiffer, Jean Paul Philippe, Francesco Poli, Moreno Ratti, Joel Richard, Christine Ritchie, Meliton Rivera Espinoza, Giovanni Romboni, Andrea Rovatti, Benvenuto Saba, Craig Schaffer, Barbara Philomena Schnetzler, Tiziano Simonelli, Gabriel Sobin, Daniela Tartaglia, Alejandro Trapani, Silvia Tuccimei, Johnny Turner, Paolo Ulian, Giovanni Umicini, Marian Vanzetto, Luca Vecoli, Simone Verona, Debra Werblud, Steve Woodward, Ko Yamazaki, Jiefu Zhou.

Durante il periodo di apertura della mostra saranno inoltre presentati alcuni eventi sul tema della cava di marmo e momenti gastronomici di conoscenza delle tradizioni apuane come l’evento dimostrativo della produzione del Lardo di Colonnata il giorno dell’inaugurazione.

Nel mese di agosto l’appuntamento con il poeta-cavatore Sauro Mattei, la performance artistica presso la Cava Luana di Vagli, l’incontro narrativo “La congiura di San Lorenzo. Michelangelo vittima illustre del potere politico” a cura di Costantino Paolicchi. Nel mese di settembre la conferenza “L’immagine delle Cave Apuane nella pittura ottocentesca” a cura di Andrea Tenerini ed un incontro dedicato alla scoperta dell’artista scomparso e presente in mostra Beppe Domenici. L’evento in chiusura della mostra sarà lo spettacolo teatrale “La bimba che aspetta” di e con Elisabetta Salvatori.

Siamo grati per la generosità e l’entusiasmo che gli amici artisti hanno dimostrato, ancora una volta, aderendo all’iniziativa. La partecipazione con progetti specifici per la mostra ha rimarcato la loro vicinanza, compresa quella di artisti lontani. Oppure di artisti ormai scomparsi, ma presenti grazie alla disponibilità dei loro cari.

                                                                               Nicolas Bertoux

Presidente Fondazione ARKAD

 

FONDAZIONE ARKAD:

Arkad è una Fondazione senza fini di lucro, nata nel 2002 con l’obiettivo di creare un centro interculturale destinato a favorire i progetti artistici, aiutare gli scultori nella realizzazione di opere d’arte, promuovere e diffondere la cultura, in modo particolare le arti plastiche e accogliere gli artisti in residenza.

Lo spazio della Fondazione è ospitato nella struttura dello Studio Artco, laboratorio artistico ubicato nella storica segheria di marmo adiacente al Palazzo Mediceo di Seravezza, situato fra le Alpi Apuane e la pianura della Versilia.

Lo scopo della Fondazione è di organizzare mostre ed eventi, informare gli artisti, trasmettere le conoscenze tecniche, favorire l’incontro di esperienze artistiche nell’ampio campo dell'arte contemporanea e collegare le attività interne con le principali manifestazioni artistiche locali e internazionali.